IL PROGETTO PLANT FOR LIFE IN ITALIA

Quest’anno, al programma Mondiale “Plant For Life” della Fondazione Yves Rocher si è unita per la prima volta anche l’Italia attraverso il progetto AGRI.BIO.S.A (Agricoltura per la Biodiversità e la Sostenibilità Ambientale) che  ha previsto la  piantumazione di 10.000 alberi a partire da fine gennaio 2021.


Questo progetto Italiano contribuirà al raggiungimento dell’obiettivo della Fondazione Yves Rocher di Piantare 135.000.000 di alberi entro il 2025.


La Fondazione Yves Rocher ha unito le proprie forze con l’associazione A.Ve.Pro.Bi. (Associazione Veneta dei Produttori Biologici e Biodinamici) per realizzare una triplice missione nelle regioni coinvolte del Veneto e del Lazio: accrescere e mantenere nel tempo la biodiversità in tutte le sue forme, sia vegetale che animale in aree dove questa si trova notevolmente semplificata a causa dell’agricoltura intensiva o di una bonifica recente e di proporre azioni di informazione, formazione, divulgazione e coinvolgimento dei portatori di interesse per integrare biodiversità e pratiche agricole più sostenibili.

Il Progetto

La pianura della Regione Veneto principalmente e in misura minore, l’isola di Ventotene della Regione Lazio, sono aree fortemente caratterizzate da un’agricoltura di tipo intensivo dove le formazioni forestali (siepi, boschetti, fasce tampone) sono pressoché scomparse.        


L’area interessata dal progetto è la pianura e la bassa collina della Regione Veneto caratterizzate principalmente dalla presenza di aree agricole dove è praticata un’agricoltura intensiva, numerose zone ad alta antropizzazione e zone con una capillare rete di infrastrutture primarie e secondarie. Come conseguenza di questa alta densità abitativa, il territorio è uno dei più inquinati d’Europa, tra cui aria e acqua in primis, a causa dell’utilizzo massiccio di fitofarmaci, insetticidi ed erbicidi e dell’eliminazione, nel corso dell’ultimo secolo, dell’aree con formazioni arboree ed arbustive, siano esse foreste o siepi e boschetti campestri, a discapito delle zone agricole. 

PLANTFORLIFE

Il progetto, realizzato da gennaio a fine marzo 2021  è stato quello di mettere a dimora circa 10.000 piante tra arboree ed arbustive.
 
Sono state utilizzate specie autoctone vegetali presso aziende agricole che praticano un’agricoltura biologica, raggruppate nell’associazione A.Ve.Pro.Bi (Associazione Veneta dei Produttori Biologici e Biodinamici) ed assistite in fase di progettazione, di direzione lavori e di organizzazione e svolgimento degli eventi informativi e formativi da Co.Ge.V. (Cooperativa Gestione Verde). Le nuove piantagioni possono inoltre svolgere un ruolo molto importante nel ciclo del carbonio e nel contenimento della CO2 atmosferica, aspetto di fondamentale importanza dal momento che la Pianura Padana Veneta è una delle zone a più alto tasso di inquinamento in Europa.

Con questo progetto abbiamo realizzato molteplici e importanti sfide: promuovere uno stile di agricoltura meno impattante impossibile sull’ambiente, con la riduzione degli inquinanti di origine agricola nei corsi d’acqua, promuovere l’agricoltura come mezzo utile ad aumentare la biodiversità attraverso la piantagione di alberi e arbusti che aumentano la capacità di contenere i cambiamenti climatici in aree a bassa capacità di fissazione di CO2. 

Il tema dell’agroforestazione è un tema molto caro a Yves Rocher e alla Fondazione. Dal 1991 sino ad oggi, il programma mondiale 'Plant For Life' rappresenta un impegno profondamente radicato nel Dna e nella visione dell’azienda. La storia del programma della Fondazione Yves Rocher continua così ad essere una storia di condivisione e incontro tra persone. Un momento condiviso tra padre e figlio, un impegno collettivo per la tutela dell’ambiente, uno stimolante incontro tra l’ambiente le donne e gli uomini che sostengono la riforestazione.

copertina-plant-for-life

Scopri di più sul progetto Plant for life e sui progetti di piantumazione nel Mondo

www.yves-rocher.it/plant-for-life